News & Events

NO EMOTIONS NO SALES

Milano: 19 settembre 2019

I perché del corso

Sempre più le ricerche confermano che i clienti che approcciano un punto vendita desiderano vivere un' esperienza gratificante, rilassante e lontana dai problemi quotidiani.

È importante oggi saper operare sulla conoscenza delle emozioni con la finalità di lavorare su una delle emozioni primarie, finalizzata alla vendita: la sorpresa.

Leggi tutto

GENERAZIONE Z: UN FUTURO CHE GUARDA AL PASSATO

 

Rappresentano l’11% della popolazione italiana, cresciuta a pane e digital device di ogni tipo ma non sono affatto guidati dalle logiche dell’apparenza e del virtuale. La “generazione Z”, ovvero coloro che hanno tra i 14 e i 24 anni, riscoprono la famiglia, l’amicizia e la vita off-line, smentendo gli stereotipi più diffusi sul loro conto.

Leggi tutto

QUAL È LA REPUTAZIONE DEL RETAIL?

Ecco cosa pensano gli italiani

Il customer care emerge come fattore prioritario per la reputazione nell’industria retail, ma sul tema le aspettative dei consumatori sono spesso disattese.

Leggi tutto

I 10 comandamenti di Philip Kotler

 

Dicembre 2018. I retailer sono chiamati ad interrogarsi su come il digitale influenzerà la relazione negozio-consumatore tenendo in considerazione questa importante variabile. Una strategia di marketing che si rivolge al consum-attore digitale non può prescindere dalla creazione di un nuovo paradigma per costruire valore e fedeltà al brand, attraverso la soddisfazione dei bisogni fondamentali e quotidiani delle persone.

Leggi tutto

SERVICE IS YOUR BRAND

 

La fidelizzazione dei clienti è senza dubbio la linfa vitale dei brand, essa ha inizio una volta acquisito un nuovo cliente. Se da una parte si possono creare servizi coinvolgenti e innovativi al fine di conquistare la fiducia dei clienti, dall’altra -come alternativa- si può puntare a una serie di attività per acquisirne di nuovi, ma sempre più velocemente di quanto lo possa fare la concorrenza.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 13 di 13

La legge del rinnovamento

Il mercato cambia ed il consumatore si evolve, pertanto la marca e, di conseguenza, il retail devono avere la forza ed il coraggio di rinnovarsi.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 12 di 13

La legge della Misurazione

Il business del retail si deve basare sulla continua e costante misurazione delle performance, dei ricavi, dei margini, dei costi, ma anche della soddisfazione e della fedeltà della clientela.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 11 di 13

La legge del Fattore Umano

La vendita (off-line) si basa sulla relazione umane di scambio immateriale (consulenza, informazioni, rassicurazioni) e materiale (prodotti e servizi) tra persone.

 

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 10 di 13

La legge del Retail Green

L’industria retail ha un importante ruolo sociale sulla sostenibilità e sulla riduzione della produzione di Co2.

Leggi tutto

Retail as we know it must die

In 2011, in what has now become retail folklore, Ron Johnson, one of the brains behind the Apple Store, was hired to resuscitate the American department store chain JCPenney. At the time, I was asked to write an article for Advertising Age on whether Johnson would succeed or fail at this herculean task. My feeling at the time was that he would fail – not because he didn’t understand what needed to be done and certainly not because he lacked the creativity or knowledge to do it. He would fail, I believed, because customers, shareholders and ultimately the board of JCPenney wouldn’t have the stomach for what Johnson would ultimately have to do in order to revive the ailing retailer.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 9 di 13

La legge dell’Offerta

L’assortimento è il cuore pulsante del negozio. Il prodotto è sicuramente uno tra i fattori che giustificano l’attrazione della marca e stimolano il riacquisto.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 8 di 13

La legge dello Spazio

Lo spazio è tra le risorse vitali del negozio: la dimensione, la ripartizione e l’organizzazione dello spazio del negozio sono gli elementi cruciali per ottenere il successo.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 7 di 13

La legge della Soddisfazione e della Fedeltà

L’ideazione del retail deve essere concepita per stupire, per deliziare e per rilasciare un ricordo memoriale positivo al proprio consumatore.  Gli obiettivi da raggiungere per il retail sono un elevato grado di soddisfazione e di fedeltà della clientela servita.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 6 di 13

La legge della Localizzazione

 

Il posizionamento nel retail è dato dalla visibilità e dall’impatto del negozio presso il canale di vendita e la piazza di riferimento.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 5 di 13

La legge della Multicanalità e dell’Adattamento

La strategia retail deve prevedere la capacità di adattarsi e di adeguarsi alle condizioni dei mercati locali secondo una logica a geometria variabile e di local-to-local.

Leggi tutto

L’omnicanalità del retail

I cambiamenti derivanti dall’adozione di nuove tecnologie stanno colpendo diversi settori coinvolgendo sia i consumatori che i lavoratori, tanto che Realtà Virtuale e Wearable Device a sostegno del Retail non sono più un’eccezione. Questa trasformazione interessa le logiche di produzione dei prodotti, di advertising e di relazione con il cliente.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 4 di 13

 La legge dell’Ideal-Tipo

Il retail per divenire un asset fondamentale e profittevole per l’azienda deve possedere una propria strategia di penetrazione del mercato. Questa strategia deve concretizzarsi in un ideal-tipo, in un modello, che razionalizza e combina efficientemente le leve del retail.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 3  di 13

 La legge del Cliente

Tutte le decisioni e le scelte relative al retail devono essere ponderate e prese in funzione delle abitudini e dei gusti dei clienti che si vogliono contattare e della strategia prodotto dell’azienda.

Leggi tutto

LA GRAMMATICA DEL RETAIL

puntata 2 di 13

La legge del Vantaggio

Il retail è il territorio della marca (cognitivo, spaziale e teatrale) più esclusivo e privilegiato per rappresentare l’identità e l’essenza del brand e per diffondere l’esperienza e la presenza della marca...

 

Leggi tutto

Il retail deve ragionare sul lungo periodo. E niente Porter…

Novembre 2017. Dice Giuliano Noci - ordinario di strategia e marketing al Politecnico di Milano e Direttore scientifico dell’Osservatorio Multicanalità - che il modello economico di Porter non è più attuale. Il consumatore non è un soggetto razionale, tutt’altro; e si è riconvertito nei suoi comportamenti di acquisto e di consumo grazie alle tecnologie. Monitorare le fasi di acquisto è diventato quindi molto più difficile che nel passato, figuriamoci la customer journey.

Leggi tutto

Crescita mercato del lusso nel retail

Secondo i dati del report che Bain & Company ha realizzato per Altagamma, nel 2017 la crescita del mercato del lusso resta guidata dal retail (+8%, di cui il 3% da nuove aperture e il 5% di crescita organica).

Leggi tutto

SCOPERTA E GESTIONE DEI TALENTI

Milano: 10 ottobre 2019

I  perché del corso

In un mercato in piena evoluzione e competizione la risorsa umana - specie se di talento - fa la differenza e caratterizza il successo di un’azienda nel tempo.

Per scoprire e attrarre un talento come per gestirlo e fidelizzarlo, è necessario conoscere e saperne misurare le caratteristiche sia tecniche (hard skills) che di comportamento e relazionali (soft skills).

Bisogna, inoltre, non solo sapere individuare il talento attraverso i “misuratori di potenzialità”, ma anche saperlo valorizzare, motivare e sviluppare.

Leggi tutto

MANAGER E COACH

Milano:  5 novembre 2019 (mezza giornata +3 sessioni 2 ore in webinar)

Milano:  20 novembre 2019 (mezza giornata)

I perché del corso

In un’azienda è sempre più importante fare in modo che le risorse umane trovino appoggio ed ascolto da parte di chi li dirige.

E’ fondamentale che il responsabile di una squadra conosca il vero significato di coaching, capisca quali impegni assumersi, quali comportamenti tenere per scoprire e valorizzare i propri collaboratori.

Il retail coach deve acquisire competenze per:

- definire obiettivi precisi pianificando la strategia migliore individuale e di gruppo

- imparare a superare limiti e ostacoli mentali per il raggiungimento di un obiettivo

- fare pratica per ottenere maggiore fiducia in se stessi

Leggi tutto

CREARE TEAM AD ALTA PERFORMANCE

Milano:  23 settembre 2019

I perché del corso

Quali caratteristiche e abilità deve sviluppare un Team, per creare una performance eccellente?

E quante altre caratteristiche e abilità devono essere allenate e sviluppate in un manager per creare e mantenere un team di eccellenza?

L’aspetto critico oggi nella gestione di un team è che un pur bravo manager non basta all’impresa per aumentare e mantenere alte le performance dei collaboratori. Egli deve diventare un moderno leader nella gestione sinergica e non conflittuale del “centro di produttività” e del “centro di motivazioni” del team.

 

Leggi tutto

LA VALUTAZIONE DEI COLLABORATORI

Milano: 17-18 settembre 2019

I perché del corso

La capacità di gestire le persone nei vari settori merceologici e canali del retail ha acquisito un ruolo predominante, quando si tratti di guidare un'organizzazione al raggiungimento dei risultati attesi.  A rendere il compito difficile è soprattutto il fatto che i collaboratori non sono tutti uguali; ciascuno di loro è mosso da stimoli diversi e nutre nei confronti del lavoro aspettative personali.

Questo corso ha un taglio pratico. Esso è basato, infatti, su metodi e strumenti concreti derivanti da esperienze di successo di manager e di esperti di organizzazioni aziendali di eccellenza.

Il medesimo intende inoltre orientare, attraverso l’attenta valorizzazione del merito, la crescita professionale delle persone e migliorare le prestazioni individuali. Una parte significativa del corso è riservata al colloquio individuale, per condividere le aree di miglioramento e concordare un piano di interventi.

Leggi tutto

VENDERE IN PERIODO DI CAMBIAMENTO

Milano: 18 ottobre 2019

I perché del corso

Come aveva preannuciato anni fa un importante esperto di marketing Philip Kotler, ”le più importanti trasformazioni nel prossimo futuro non avverranno nel modo di produrre, ma di vendere”.

E’ in arrivo un’altra ondata di cambiamenti nei sistemi tecnologici, che influenzano i modelli di produzione, di vendita e di acquisto. La differenza è che tali cambiamenti non sono graduali: si tratta, piuttosto, di una vera e propria "trasformazione"!

Il futuro dell’arte di vendere nel terzo millennio sarà di coloro che useranno abilmente le tecnologie e reinventeranno sistemi, tecniche e strumenti.

Leggi tutto

Il Negozio 5.0

L’obbiettivo di questo breve studio è analizzare lo stato dell’arte dell’utilizzo del mobile computing nel mondo del retail, verificare gli aspetti tecnici che permettono la massima fruibilità di queste tecnologie e concentrarci su quanta influenza possono esercitare sull’esperienza di acquisto del consumatore.

Leggi tutto

GESTIRE IL NEGOZIO COME SQUADRA VINCENTE

Milano:  10 settembre 2019

I perché del corso

  • In un'azienda - ancor più in un Negozio - è centrale e determinante la componente umana, risorsa centrale per il raggiungimento del risultato aziendale.
  • Guidare un team significa esprimere una visione, attivando l’esempio e promuovendo il gioco di squadra.
  • Come in una squadra di calcio, ci sono vari ruoli e solo il loro perfetto coordinamento permette il raggiungimento del risultato.
  • Lavoro di squadra significa che un gruppo di persone lavora in modo coordinato alla realizzazione di un progetto.
  • Il team è il responsabile del risultato finale e non ciascuno dei suoi membri in modo indipendente.

Leggi tutto

LA SCUOLA AZIENDALE: Formare i formatori nel Retail

Milano: 22 ottobre 2019

I perché del progetto

Gestire un programma formativo per il personale del retail rappresenta oggi un “must” per il successo aziendale; ma ancora di più, studiare e realizzare un sistema di formazione continua con trainer interni, diventa un plus fondamentale di differenziazione e di performance.

Il presente programma formativo, uno dei best seller di Top Image, contiene oltre trenta anni di esperienza nella creazione di scuole aziendali interne e si arricchisce di continuo anche con il contributo di esperti e testimonial nazionali ed esteri.

Leggi tutto

Passion is work. Work is Passion

Contenuti (*)
La passione: non c’è capolavoro senza passione
La passione come differenziale per far vivere al cliente un’esperienza indimenticabile
La passione come motore della creatività
La passione, il vero motore del lavoro: come costruirlo, cercarlo e mantenerlo
Passione ed entusiasmo: due condizioni necessarie per coinvolgere emotivamente il nostro cliente
Le parole che caratterizzano chi fa un lavoro con passione

 

Leggi tutto